The Free Dictionary  
mailing list For webmasters
Welcome Guest Forum Search | Active Topics | Members

Profile: scorfede
About
User Name: scorfede
Forum Rank: Advanced Member
Gender: None Specified
Statistics
Joined: Monday, May 10, 2010
Last Visit: Thursday, October 13, 2011 1:54:27 AM
Number of Posts: 39
[0.00% of all post / 0.01 posts per day]
Avatar
  Last 10 Posts
Topic: usare il pronome relativo il quale
Posted: Friday, September 23, 2011 7:20:19 AM
bior wrote:
secondo voi èm corretta la frase:
ciao Sandra,
ho parlato proprio stamattina con Gabriella sulla modifica delle mie ferie, la quale è daccordo


NOn direi, il relativo deve, se non in casi rari, stare vicino al nome che sostituisce, per tanto va posto come inciso subito dopo Gabriella: Ho parlato con Gabriella, la quale è d'accordo, sulla modifica delle mie ferie. (Io direi riguardo alla modifica ;) )
Topic: aiuto frase ditemi se corretta o no
Posted: Friday, September 23, 2011 7:15:29 AM
Robyac wrote:
scorfede wrote:
Assolutamente sì. resta registro informale/colloquiale, ma grammaticalmente giusta!


scusa, non sono d'accordo:

"se non avessimo giocato e (se) non avessimo sudato ..." è corretto.


Ormai è accreditato (anche dall'Accademia della Crusca) che il periodo ipotetico di terzo tipo possa essere formato, in un linguaggio colloquiale, dall'imperfetto indicativo. Infatti basta consultare una qualsiasi grammatica della lingua aggiornata per verificarne la regola ;)
Topic: Atroci dubbi su una frase insidiosissima!
Posted: Friday, July 29, 2011 3:01:19 PM
analfabetadiritorno wrote:
Un saluto a tutti, spero che qualcuno di voi potrà fare luce su questo inquietante mistero!
La frase è la seguente: "ma se io vorrei avere quel fisico ma con qualche kg in più mo non è che devo vergognarmi" di appunti da fare ce ne sarebbero tanti ma vorrei soffermarmi sul "vorrei"...il senso della frase è "io vorrei avere quel fisico, ma con qualche kg in più, non credo di dovermi vergognare per questo" quindi non si tratta di un'ipotesi, altrimenti avrei dovuto scrivere "se io volessi avere quel fisico etc..."

Ora, insistono nel dirmi che dovrei usare "volessi" in quella frase, ma il senso sarebbe ben diverso in quanto diventerebbe un'ipotesi "se volessi avere quel fisico...."!
aiutatemi a capire se la frase è corretta o no per favore, grazie!


La frase da te scritta, mi spiace, ma è sgrammaticata e non avrebbe alcun senso ^^, perché se usi il "se" allora è un'ipotesi in tutto e per tutto. Leggendo poi la spiegazione che tu dai dopo, deduco che è proprio quel "se" che è sbagliato o comunque dialettale ^^ (collegandolo a quel "mo" un po' più avanti nella frase). Penso, dunque, che tu intenda usare un "sì" invece che un "se", in tal caso la frase assumerebbe il senso che dici tu ^^.
Topic: Verbi Pronominali
Posted: Wednesday, June 8, 2011 2:09:23 PM
Ciao!
Per i verbi pronominali dipende molto da quale combinazione di pronomi si ha:
I tempi semplici creano pochi problemi, nei tempi composti, invece, vanno fatte alcune considerazioni:
Se si ha una combinazione ce + la (come mettercela tutta), il verbo utilizza il verbo avere e concorda con il pronome diretto la:

Io ce l'ho messa tutta, tu ce l'hai messa tutta,
Io ce l'avrei messa tutta,tu ce l'avresti messa tutta,
ecc.

Combinazione se + ne (andarsene), il verbo utilizza essere e concorda con il soggetto:

io me ne sono andato/a, noi ce ne siamo andati/e,
io me ne sarei andato/a, noi ce ne saremmo andati/andate,
ecc.

Combinazione se + la (cavarsela, prendersela), il verbo utilizza essere e concorda con il pronome diretto la:

io me la sono cavata, noi ce la siamo cavata,
io me la fossi cavata, noi ce la fossimo cavata,
ecc.

se hai altri dubbi chiedi pure.
Topic: "Mi piacerebbe..." A I U T O
Posted: Thursday, June 2, 2011 11:45:18 AM
Perché il soggetto del verbo piacere è la frase subordinata soggettiva: "che tu venissi alla mia festa" per tanto il verbo si accorda con il soggetto, in questo caso una frase è terza persona, mentre "mi" il complemento di termine (a me) altrimenti sarebbe io!
coniugando:

io piaccio alla gente >>> gli piaccio / piaccio loro
la pasta piace a me >>>> mi piace la pasta
gli spaghetti piacciono a me >>>> mi piacciono gli spaghetti
andare a scuola piace a me >>>> mi piace andare a scuola
che tu andassi a scuola piacerebbe a me >>> mi piacerebbe che tu andassi a scuola.

Spero sia chiaro :D
Topic: aiuto frase ditemi se corretta o no
Posted: Wednesday, June 1, 2011 2:51:09 PM
Assolutamente sì. resta registro informale/colloquiale, ma grammaticalmente giusta!
Topic: un altro dubbio!
Posted: Monday, March 7, 2011 4:30:48 PM
marakita wrote:
Ringrazio sia scorfede che etrusca per le loro chiare e tempestive risposte, ma... ho un altro dubbio!!
I pronomi personali esso, essa, essi ed esse possono essere usati come complementi? Cioè, ad esempio, si può dire:
" Ho preso un martello e con esso ho piantato il chiodo". Oppure:"Dopo il naufragio, di essi(cioè dei marinai)non si seppe più nulla".
marakita


Sì e no ^^, nel senso: se i pronomi riguardano oggetti o animali, sì, possono essere usati come oggetto al singolare, altrimenti utilizziamo lui,lei (per il singolare) loro, essi, esse (per il plurale).
Quindi direi: "Ho preso un martello e con esso ho piantato un chiodo."
"Dopo il naufragio, di essi/loro non si seppe più nulla."
Topic: dubbio sul discorso indiretto
Posted: Saturday, March 5, 2011 9:03:22 PM
marakita wrote:
Ciao a tutti,
c'è qualcuno che, gentilmente, può risolvere questo mio dubbio?
Come si trasforma dal discorso diretto al discorso indiretto la seguente frase?
"Il ragazzo andò dal vigile e gli chiese:- Potrebbe indicarmi dov'è ..."
"Il ragazzo andò dal vigile e gli chiese se poteva indicargli dove fosse..."
oppure "Il ragazzo andò dal vigile e gli chiese se avrebbe potuto indicargli dove fosse..."
grazie, marakita


Ciao!
Allora: "Il ragazzo andò dal vigile e gli chiese se avrebbe potuto indicargli dov'era (o dove fosse)..." Il condizionale semplice diventa composto. si potrebbe semplificare con l'imperfetto, ma quella sarebbe una trasformazione semplicistica e colloquiale, in quanto si andrebbe a perdere la sfumatura cortese del condizionale usato nel discorso diretto.
^^
Topic: sto cercando una canzone
Posted: Thursday, March 3, 2011 11:37:00 AM
igorsib wrote:
Ciao a tutti
Vivo in Russia e dal 1982 anno mi sono innamorato delle canzoni italiani. E dieci anni fa un ragazzo ma detto di una canzone molto bella, pare che degli anni ottanta. Lui me l`ha caticchiata con solo due parole:
E MUSICA C`E` o E MUSICA E`. forse dl ritornello.

Sarei molto grato se c`e chi ha riconosciuto questa canzone e mi scrivera il suo titolo e cantante o cantanti
Grazie in anticipo
Igor


Dovrebbe essere "Musica è..." di Eros Ramazzotti ;)
Topic: correzione?
Posted: Tuesday, February 8, 2011 5:14:48 PM
su123 wrote:
La seguente frase è scritta correttamente?:

"La storia delle MILLE E UNA NOTTE è la storia dei suoi lettori, insonni come colei che percorse narrando il buio di tre anni di tremore e morte..."

Pensavo di aggiungere una virgola dopo "colei".

E al posto di "di tre anni di tremore e morte" forse " per/durante tre anni di tremore e morte" ?

Grazie per le risposte.


Io modificherei il secondo "storia" con "racconto", per non fare una ripetizione. Una virgola, inoltre, andrebbe bene dopo insonni. Il "per" mi suona meglio. Il resto lo lascerei così com'è: "la storia de "Le mille e una notte" è il racconto dei suoi lettori, insonni, come colei che percorse narrando il buio per tre anni di tremore e morte."