The Free Dictionary  
mailing list For webmasters
Welcome Guest Forum Search | Active Topics | Members

ITALIA = FELICITA' ? Options
elisa
Posted: Thursday, May 28, 2009 4:57:58 PM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/12/2009
Posts: 466
Neurons: 1,418
Location: Venice
Il Belpaese è visto dagli stranieri come un luogo idilliaco ricco di storia, arte e cultura, ma anche e soprattutto di gioia di vivere, romanticismo e "dolce vita".Boo hoo! Dancing

Ma è veramente così?Think

O si tratta di uno stereotipo creato ad hoc per attrarre il turista che poi beneficia per un breve tempo di questa atmosfera immaginando che sia eterna?

Cosa ne pensano gli italiani? E cosa ne pensa chi vive da anni in Italia e magari ha scelto di risiedere in questo Paese proprio grazie all'allure che ne circonda l'immagine?

*ELISA*
Mad Bitetto
Posted: Friday, May 29, 2009 7:51:12 PM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/17/2009
Posts: 705
Neurons: 2,079
Ma come tutti i clichè e gli stereotipi c'è un fondo di verità. Io conosco molti stranieri che la pensano ancora così e vivono in Italia. Un mio amico tedesco ha fatto carte false per farsi trasferire a Torino e conosco persino un ingegnere tedesco che è stato a Bari per 6 anni, quando è arrivato il momento di tornare in patria è stato molto triste. Io da Italiana non posso evitare di pensare alle tante cose che soprattutto dal punto di vista politico ed economico non funzionano, alle tante ingiustizie, al nepotismo, alla difficoltà di giovani laureati di affermarsi e trovare nuovi stimoli. Poi indubbiamente è un paese ricchissimo dal punto di vista artistico-culturale, la cucina è sana e forse la migliore al mondo, poi nonostante le tante leggi varate ultimemente. gli italiani sono molto aperti e amichevoli con coloro che hanno un'origine diversa.
elisa
Posted: Saturday, May 30, 2009 5:59:53 AM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/12/2009
Posts: 466
Neurons: 1,418
Location: Venice
Io conosco un'americana che è vissuta in Italia per 10 anni e ha vissuto il suo ritorno in terra natale come una sorta di lutto perchè ormai aveva abbracciato la mentalità e il modo di vivere italiani!

Effettivamente talvolta sono gli stranieri quelli più capaci di apprezzare le bellezze del nostro Paese piuttosto che gli stessi italiani!Think

Oppure si tratta anche della diversità specifica dell'Italia -che di fatto è caratterizzata da regioni tutte differenti tra loro per cultira, gastronomia e tradizioni- ad attirare chi ha vissuto per tutta la vita in un Paese in cui magari vigono modelli di vita del tutto opposti.
Mi viene da pensare agli USA, per esempio, che enfatizzano la produttività, la velocità e mettono il lavoro in cima alla scala delle priorità, mentre in Italia il modo di vita è decisamente più lento, meno stressante e il dedicarsi totalmente alla famiglia tralasciando il versante lavorativo è tutt'ora un comportamento apprezzato.

*ELISA*
Mad Bitetto
Posted: Sunday, May 31, 2009 3:51:28 PM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/17/2009
Posts: 705
Neurons: 2,079
Sì è verissmimo, spesso l'Italia è più apprezzata dagli stranieri che dagli italiani, anche se in questo caso credo che dipenda dall'amore per una cultura diversa e comunque ricca a prescindere. Penso questo perchè avendo studiato come prima lingua straniera tedesco io sono sempre stata letteralmente innamorata della Germania, del loro modo di fare, di pensare...e i miei amici tedeschi si sono sempre chiesti, ma perchè mai un'italiana dovrebbe apprezzare la Germania? Beh invece ho tante colleghe germaniste che l'apprezzano. Gli stranieri riescono a sorvolare forse anche perchè eheh non ci hanno vissuto una vita in Italia e sono meno scocciati di tante cose che non vanno, paradossi incomprensibili...vedono solo l'Italia dell'arte, della cucina, della moda e così via...
elisa
Posted: Tuesday, June 02, 2009 9:41:33 AM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/12/2009
Posts: 466
Neurons: 1,418
Location: Venice
C'è anche da dire che molti turisti decidono di stabilirsi in Italia dopo una vacanza particolarmente riuscita nel nostro Paese.
Magari se ne erano innamorati già in patria e la vacanza diventa la ciliegina sulla torta.

Vivere in un Paese è però molto diverso rispetto a recarvisi solo in vacanza!
Bisogna fare i conti con le difficoltà di ogni giorno e soprattutto con una burocrazia lenta e inefficiente che può seguire regole molto diverse rispetto a quella della propria nazione.Eh?

A Venezia mi succede talvolta di incontrare turisti disillusi: incantati dal fascino della città hanno voluto venire a risiedervi senza contare il costo elevato della vita, i disagi dell'acqua alta quando si è obbligati a girare per la città, la lentezza dei trasporti (che possono anche fare sciopero costringendoti a scarpinare per ore), la difficoltà di reperire generi di prima necessità nelle immediate vicinanze, il clima umido che accentua caldo e freddo, la ressa dei turisti, la difficoltà di trovare un impiego che sia al di fuori dei tradizionali campi turistici o nautici.d'oh!

*ELISA*
Mad Bitetto
Posted: Wednesday, June 03, 2009 8:45:45 AM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/17/2009
Posts: 705
Neurons: 2,079
Io ho una studentessa inglese che ha comprato casa a Venezia le ho chiesto se l'acqua, il costo elevato sono dei problemi ma lei dice che è così innamorata di quella città che quei problemi non riesce proprio a vederli come pesanti Applause
elisa
Posted: Wednesday, June 03, 2009 11:24:56 AM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/12/2009
Posts: 466
Neurons: 1,418
Location: Venice
Dipende molto dallo spirito con cui si affronta una determinata situazione.

Ad esempio, a molti veneziani non piace Milano per via dello smog, della frenesia e del traffico intenso.
Al contrario, a me la città è piaciuta molto grazie alla sua vitalità, alla presenza di molti giovani, all'apertura all'innovazione, all'enfasi sulla moda, alla velocità di movimento consentita da una fitta rete di mezzi di trasporto.

Probabilmente, se si è stanchi di un dato luogo o modo di vivere, si tende a cercare ed apprezzare -più o meno inconsciamente- ciò che ne rappresenta l'antìtesi.
A questo punto, i lati negativi di questo nuovo elemento passano in secondo piano, dato che i lati positivi diventano una risposta sufficiente ai nostri bisogni.

*ELISA*
Mad Bitetto
Posted: Thursday, June 04, 2009 5:29:46 AM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/17/2009
Posts: 705
Neurons: 2,079
sì sono d'accordo, se poi si aggiunge il mito di una città come Venezia per un inglese è fatta!Dancing
A me oer esempio Venezia piace davvero tanto ma non ci vivrei, l'acqua la trovo bella per una vacanza ma non per viverci, ma sì dipende poi dal singolo caso.
elisa
Posted: Saturday, July 11, 2009 5:19:15 AM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/12/2009
Posts: 466
Neurons: 1,418
Location: Venice
L'aura romantica e fantastica che circonda Venezia miete molte "vittime" tra i turisti!Dancing

Essendo, però, una città unica nel suo genere, se ci si vuole vivere bisogna adattarsi a condizioni talvolta piuttosto disagevoli. Il fenomeno dell'acqua alta e l'impossibilità di adoperare le auto sono due dei lati negativi più sentiti da coloro che vengono ad abitare a Venezia.
Pensa che gli abitanti delle città vicine che risiedono comunque nell'entroterra sono talmente abituati alla macchina e ai ritmi della terraferma che evitano quanto più possibile di aventurarsi a Venezia d'oh! , atteggiamento che risulta incomprensibile per gli stranieri innamorati della città lagunare.

*ELISA*
Mad Bitetto
Posted: Monday, July 13, 2009 4:21:32 AM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/17/2009
Posts: 705
Neurons: 2,079
Beh spesso quando si hanno le cose sotto il naso non si apprezzano come si dovrebbe. Un mio studente americano quando ha saputo che vivo a 5 ore di macchina da Roma mi ha detto che ci andrebbe ogni fine settimana. Nessun barese lo farebbe mai! Lo stesso credo sia per i veneziani, avere le cose sempre a portata di mano fa pensare che non siano così importanti...
elisa
Posted: Monday, July 27, 2009 2:33:15 PM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/12/2009
Posts: 466
Neurons: 1,418
Location: Venice
Gli americani hanno un senso delle distanze molto particolare!

So che quando vengono in Europa passano da uno Stato all'altro senza batter ciglio perche' sono abituati cosi' in patria. Inoltre, avendo a disposizione un territorio molto vasto, e' naturale per loro fare progetti su lunghe distanze.

*ELISA*
Mad Bitetto
Posted: Tuesday, July 28, 2009 7:02:58 AM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/17/2009
Posts: 705
Neurons: 2,079
Non solo gli Americani. Stando lontani credo si abbia una percezione diversa. Per esempio una mia studentessa neozelandese sta passando 3 settimane in Europa. Le ho chiesto quali paesi avrebbe visitato. Mi ha risposto: Italia, Germania, Francia, Danimarca, Olanda, Svizzera, Inghilterra e Irlanda. Per me sarebbe impensabile farlo in tre settimane d'oh!
JoanneC
Posted: Tuesday, July 28, 2009 9:01:42 AM

Rank: Advanced Member

Joined: 7/3/2009
Posts: 68
Neurons: 271
Nell'anno 1979, mio marito ed io abbiamo fatto "Le Grand Tour d'Europe". Tre settimane e abbiamo visitato : Belgique, Germania, Svizzera, Liechtenstein, Austria, Monte Carlo, Monaco, Italia. In Italia, abbiamo visitato : Venezia, San Marino, Rimini, San Francesco d'Assisi, Roma, Pisa, Firenze, San Remo (non in questo ordine pero' :). Un giro molto faticoso ma ne valeva la pena. Pensate che andare in Europa o andare a Vancouver da dove abito ci vuol lo stesso tempo in aereo e pure costa lo stesso.

Siamo appena tornati di fare un giro negli Stati Uniti, abbiamo fatto 1900 km durante 4 giorni : da Québec City fino a Martha's Vineyard, vicino Cape Cod nel Massachusset passando da Newport, R.I., e New Haven, Ct.

Voi che abitate un paese dell'Europa, siete fortunati di cambiare paese in pochi kilometri. I Canadesi che abitano nel Nord del Canada, per cambiare paese, devono fare tanti kilometri e l'unico paese vicino sono gli Stati Uniti. Mica abbiamo un vasto scelto come voi :)
elisa
Posted: Tuesday, July 28, 2009 7:17:08 PM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/12/2009
Posts: 466
Neurons: 1,418
Location: Venice
JoanneC wrote:
Nell'anno 1979, mio marito ed io abbiamo fatto "Le Grand Tour d'Europe". Tre settimane e abbiamo visitato : Belgio, Germania, Svizzera, Liechtenstein, Austria, Monte Carlo, Monaco, Italia. In Italia abbiamo visitato : Venezia, San Marino, Rimini, San Francesco d'Assisi, Roma, Pisa, Firenze, San Remo (non in questo ordine pero' :). Un giro molto faticoso ma ne valeva la pena. Pensate che per andare in Europa o per andare a Vancouver da dove abito ci vuol lo stesso tempo in aereo e pure (intendevi eppure oppure anche?) costa lo stesso.

Siamo appena tornati da un giro negli Stati Uniti, abbiamo fatto 1900 km in 4 giorni : da Québec City fino a Martha's Vineyard, vicino Cape Cod nel Massachusset passando da Newport, R.I., e New Haven, Ct.

Voi che abitate un paese dell'Europa, siete fortunati a poter cambiare paese in pochi chilometri. I Canadesi che abitano nel Nord del Canada, per cambiare paese, devono fare tanti chilometri e l'unico paese vicino sono gli Stati Uniti. Mica abbiamo una vasta scelta come voi :)


Complimenti come al solito!Applause

E' vero, anche per i canadesi e' difficile muoversi. Immagino che l'unico continente "fortunato" riguardo alla possibilita' di raggiungere in "poco" tempo una localita' straniera sia proprio l'Europa!!Dancing
Purtroppo gli italiani non sembrano rendersi conto di questa loro fortunata collocazione geografica e preferiscono spesso rimanere chiusi in patria (tranne un numero limitato di lodevoli eccezioni)!d'oh!

*ELISA*
Mad Bitetto
Posted: Wednesday, July 29, 2009 6:27:57 AM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/17/2009
Posts: 705
Neurons: 2,079
Sono dìaccordo con voi ma in parte.
Nel senso che è vero in Europa abbiamo tanti paesi ed è facile raggiungerli, anche in macchina anche se un po' faticoso, è fattibilissimo. Ma, la maggior parte dei paesi europei, quindi parliamo di nazioni con culture antiche, hanno tanto da offrire. L'Italia è un paese relativamente piccolo, ma passarci solo una settimana è magari girare anche molto equivale per me a non vedere nulla se non un accenno. Io sono più per la qualità del viaggio che per la quantità di posti visitati. Farsi in 3 settimane 6-7 paesi europei per me significa dare solo uno sguardo ma ci si perde tante cose. Preferisco più passare 3 settimane magari in una regione italiana come non so la Toscana e vedermi Firenze, Pisa, Siena e godermele davvero senza stress poi per lunghi viaggi. Non amo molto andare in in posto per esempio Roma, fare la foto davanti alla Fontana di Trevi e andarmene.

Quello che voglio dire è che ok d'accordo i paesi europei sono vicini, ma non dimentichiamoci che sono paesi con culture antiche ricchi d'arte, storia, usi interessanti e quindi molto difficile da visitare in poco tempo. Per esempio pensate a una città come Vienna, ci sono così tanti bei musei con quadri di Schiele, Klimt che è impossibile vederli in un giorno...insomma l'Europa richiede tempo!
elisa
Posted: Wednesday, July 29, 2009 9:26:39 PM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/12/2009
Posts: 466
Neurons: 1,418
Location: Venice
Sono d'accordo sul fatto che per riuscire a conoscere a fondo l'Europa e carpire i segreti del suo modus vivendi sia necessario tempo, sfortunatamente, però, vanno calcolati anche i fattori economici.

Molte famiglie -anche negli States ora che c'è la crisi- stentano a risparmiare i soldi necessari per un viaggio in un altro continente, quindi, non sapendo se avranno modo di ripetere l'esperienza, tendono ad effettuare un tour complessivo delle mète più in voga in modo da essere certi di riuscire a vederle tutte quante e di poter dire "a Venezia/Parigi/Londra/Vienna ecc. ci sono stata anch'io".

Ovviamente in questo caso non si riuscirà a cogliere nient'altro che la superficie, ma è meglio di niente.


*ELISA*
Mad Bitetto
Posted: Thursday, July 30, 2009 2:32:26 PM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/17/2009
Posts: 705
Neurons: 2,079
Be perchè non optare per una sola zona ma vista bene?

Costerebbe anche meno!
elisa
Posted: Monday, August 03, 2009 4:10:39 PM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/12/2009
Posts: 466
Neurons: 1,418
Location: Venice
Il problema dell'Europa è la quantità di siti di grande rilevanza culturale sparsi un po' ovunque.

L'Italia, ad esempio, ha alcune delle più note e interessanti città da visitare sparse lungo tutto il territorio.Think



*ELISA*
Mad Bitetto
Posted: Tuesday, August 04, 2009 4:00:00 AM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/17/2009
Posts: 705
Neurons: 2,079
Sì infatti.
Quando mi è capitato di girare per l'italia sono sempre rimasta sbalordita dalla bellezza del nostro paese. In ogni regione c'è qualcosa di interessante e per tutti i gusti! Consiglio anche di informarsi sulle mete non così famose all'estero, ma che hanno grande valore in Italia!
elisa
Posted: Sunday, August 09, 2009 5:25:02 PM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/12/2009
Posts: 466
Neurons: 1,418
Location: Venice
Già, luoghi da riscoprire che hanno il vantaggio del basso costo di soggiorno e di una minor ressa di turisti!!

*ELISA*
Mad Bitetto
Posted: Monday, August 10, 2009 5:16:57 AM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/17/2009
Posts: 705
Neurons: 2,079
Quest'anno ho sentito che molte persone passano la vacanza nel Salento. Un po' la crisi ha portato molti italiani a scegliere di rimanere qui in Italia, anche perchè c'è davvero tanto da visitare!
elisa
Posted: Tuesday, August 11, 2009 2:41:10 PM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/12/2009
Posts: 466
Neurons: 1,418
Location: Venice
Gia', per gli italiani rimane piu' economico rimanere in Italia, contando che di posti interessanti dal punto di vista turistico, paesaggistico e culturale ce ne sono a bizzeffe.

*ELISA*
Mad Bitetto
Posted: Wednesday, August 12, 2009 3:20:10 AM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/17/2009
Posts: 705
Neurons: 2,079
Anche se nei posti più belli ci sono prezzi comunque alti. Per esempio in costiera amalfitana. La consiglio a tutti quelli che non ci sono mai stati, ma che prezzacci!
elisa
Posted: Wednesday, August 12, 2009 4:37:38 PM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/12/2009
Posts: 466
Neurons: 1,418
Location: Venice
Le localita' piu' in vista si fanno pagare di piu' in tutti i periodi dell'anno, ma in particolare a ferragosto!

Personalmente consiglio una localita' da riscoprire come le 5 terre della Liguria! Piccoli borghi incastonati nella roccia a strapiombo sul mare sullo sfondo di paesaggi naturalistici mozzafiato!

*ELISA*
Mad Bitetto
Posted: Friday, August 21, 2009 2:41:56 PM

Rank: Advanced Member

Joined: 3/17/2009
Posts: 705
Neurons: 2,079
Osservare tra frondi il palpitare
lontano di scaglie di mare
mentre si levano tremuli scricchi
di cicale dai calvi picchi.
Eugenio Montale

Magari andateci con bel libro di poesie di Montale Dancing
Users browsing this topic
Guest


Forum Jump
You cannot post new topics in this forum.
You cannot reply to topics in this forum.
You cannot delete your posts in this forum.
You cannot edit your posts in this forum.
You cannot create polls in this forum.
You cannot vote in polls in this forum.

Main Forum RSS : RSS
Forum Terms and Guidelines. Copyright © 2008-2017 Farlex, Inc. All rights reserved.